Giornata di studi in onore di Carlo Donolo

Sulla capacità prospettica di Carlo Donolo. Per proseguire nel suo solco.

Se c’è una cosa che noi tutti riconosciamo in Carlo è la sua capacità prospettica, quello sguardo capace di spingersi un po’ più in là, di vedere effetti in nuce, configurazioni emergenti, processi innescati, sentieri tracciati, misurandosi sulla durata, con la storia e con il domani, ma altrettanto
esplorando salti, transizioni e innovazioni, nodi che vanno al pettine e potenziali. Dalla Politica ridefinita, al tema del Governo debole, alla “sregolazione”,…, alla questione – un assillo – della sostenibilità dello sviluppo. Per non dire de Le vie dell’innovazione. In questa capacità prospettica c’è, a far da base, la profondità, ampiezza e complessità del suo pensiero, la sua grandissima cultura (andava a rileggere Tacito per aiutarsi a esercitare il disincanto, quanto a poteri di governo). C’è l’alimentazione di una ricerca raffinata, metodica (ricerca di stampo indiziario, à la Ginzburg, che non si arresta davanti a confini disciplinari e dilemmi
concettuali, piuttosto li scava e li smonta – con ciò ridefinendoli).

C’è il flusso di un pensiero che attraversa e connette diversi livelli di realtà, con ciò coltivando una postura prospettica, per l’appunto, e facendo scoperte. Riconosciamo la consistenza politica di questa capacità prospettica di Carlo Donolo, che sta non tanto nel suo “prender partito” (uno per tutti: per la democrazia –presa sul serio, beninteso) ma piuttosto nell’assumere una responsabilità pubblica della conoscenza, affrontando la tensione dei legami di quest’ultima con il potere. E’ l’intrinseca politicità di una postura rivolta alla conoscenza del possibile – nel bene come nel male. L’iniziativa è stata voluta dagli “amici di Milano” di Carlo, in una prospettiva
che leghi il ricordo al rilancio della sua ricerca (dello spessore della sua ricerca) per ciò che ha da trasmettere a più giovani generazioni di scienziati sociali.

Viene organizzata da SuiGeneris, Laboratorio di Sociologia dell’Azione Pubblica dell’Università di Milano Bicocca, del quale Carlo Donolo ha fatto parte dall’inizio, nel 2003, e per il quale il suo pensiero ha costituito un motivo fondante, di merito e di metodo. All’iniziativa si associa Eutropia, il Centro di ricerche fondato da Carlo e rilanciato ora da Marcella e dagli amici
e collaboratori di Carlo. Abbiamo privilegiato la forma della conversazione, per rappresentare
passaggi di testimone tra generazioni e perché il conversare era specialmente congeniale a Carlo.

Giovedì 10 maggio 2018, presso la Fondazione Feltrinelli, Sala Polifunzionale (1° piano)
ore 9.30-16.00

Programma della giornata

Presiedono e coordinano i lavori della giornata: Bianca Beccalli ed Enzo Mingione

9.30    Saluti introduttivi: Ota de Leonardis, Laboratorio Sui Generis

9.45  Sul ricercare a più voci. Per il buongoverno di Babilonia: una conversazione tra Gabriele   Pasqui e Pierluigi Crosta, Massimo Bricocoli e Paola Savoldi, coordina Liliana Padovani

11.00   Interventi, discussione

11.30   Sostenere lo sviluppo: dalla prospettiva dell’economia fondamentale: Angelo Salento e   Ota De Leonardis

12.00   Interventi, discussione

12.45   Pausa pranzo

14.00   Pier Carlo Palermo discute con Paolo Perulli il suo articolo “Incubi e sogni capaci, forse,   di turbare il sonno della ragione

14.45  Postazioni per la prospettiva. Conoscenza pubblica e innovazione: Lavinia Bifulco e   Vando Borghi

15.15   Interventi e discussione

15.45  Commento conclusivo: Goffredo Fofi

Interverranno nelle discussioni: Cristina Bianchetti, Giovanni Laino, Michele Salvati, Chiara Sebastiani, Salvatore Pirozzi, Sandro Balducci, Franco Fichera.

 

Seminario: Comunità vitali. Dati, segni, sguardi condivisi per interpretare il cambiamenti nei territori dell’area metropolitana

Il Laboratorio Sui Generis vi segnala che martedì 30 gennaio 2018, alle 10.30 verranno presentati e discussi i risultati della ricerca svolta per conto della Fondazione Comunitaria Nord Milano, sui territori del Bollatese, Rhodense e Sestese:

COMUNITA’ VITALI
“Dati, segni, sguardi condivisi per interpretare il cambiamenti nei territori dell’area metropolitana”

Di seguito, nella locandina, maggiori informazioni sull’organizzazione della giornata, la serie d’interventi e l’intero programma definitivo.
Per info ed iscrizioni: www.fondazionenordmilano.org

 

Seminario interno Sui Generis: Ripensare le categorie del valore

Il Laboratorio Sui Generis inaugura l’anno 2018 con un seminario interno:
“Ripensare le categorie del valore. Strumenti analitici e critici alla prova delle trasformazioni del capitalismo”
 Un incontro di riflessione e discussione critica a partire da una lettura di Enrichissement. Une critique de la marchandise (2017) di Luc Boltanski e Arnaud Esquerre.
discutono
Paola Molinatto
Vando Borghi
Ota de Leonardis
Franco Rositi
Il seminario si terrà presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di MIlano-Bicocca,
8 Febbraio 2018, ore 14:00
Edificio U7, Aula 23 (terzo piano)

Conferenza: L’università italiana. Sogni e incubi

Quale futuro per l’università italiana?

Conferenza a cura del Laboratorio Sui Generis sul futuro degli Atenei italiani con la presenza di due massimi esperti: Gianfranco Viesti (Università di Bari), curatore del volume Università in declino. Un’indagine sugli atenei da nord a sud , lavoro della Fondazione Bes pubblicato da Donzelli, e Juan Carlos De Martìn, editorialista e professore presso l’Università di Torino.

Intervengono:
Joselle Dagnes – Università di Torino
Ota de Leonardis – Università di Milano-Bicocca
Guglielmo Forges Davanzati – Università del Salento
Lorenzo Morandi – Link Coordinamento Universitario
Mario Ricciardi – Università di Milano
Marco Romito – Università di Milano-Bicocca

Coordina: Lavinia Bifulco – Università di Milano-Bicocca

Giovedì 16 novembre 2017, ore 14:30
Università degli Studi di Milano-Bicocca, Edificio 6 – Aula U6-1
Piazza dell’Ateneo Nuovo, 1

INVITO APERTO AL PUBBLICO

 

 

SuiGeneris per la rassegna “Urbana: Qualità della Vita e Innovazione Sociale”

Con più di venti appuntamenti su welfare, territorio, innovazione e società, da giovedì 4 a domenica 7 maggio si svolgerà “Urbana. Qualità della Vita e Innovazione Sociale”, iniziativa organizzata dal Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università Bicocca. L’attenzione è rivolta alle nuove pratiche e nuove forme di governance per migliorare il benessere della città. Attraverso un calendario ricco di iniziative dislocate lungo il territorio milanese, l’Ateneo porta in città il dibattito sociologico sui temi del benessere e dell’innovazione sociale.

Nella giornata di venerdì 5 maggio, dalle 14:30 alle 18:30, il Teatro Lacucina (ex Paolo Pini) ospiterà l’incontro “Il Governo della Città tra Competitività Economica e Inclusione Sociale. A Milano e non solo”, promosso dal Laboratorio SuiGeneris assieme al DAStU (Politecnico di Milano), [email protected] (Centro Nazionale di Studi per le Politiche Urbane), Il Mulino, per la presentazione del Secondo Rapporto sulle Città “Le Agende Urbane delle Città Italiane” a cura di [email protected]. Uno sguardo su Milano a confronto con altre città, per mettere a tema la città sociale nell’Agenda urbana. Al dibattito parteciperanno numerosi membri del Laboratorio SuiGeneris: Ota de Leonardis, Massimo Bricocoli, Ernesto d’Albergo, Davide Caselli, Giovanni Laino, Emanuele Polizzi, assieme al curatore del rapporto Gabriele Pasqui, il Presidente di [email protected] Sandro Balducci, l’Assessore alle Politiche Sociali e Salute e Diritti, Pierfrancesco Majorino, e molti altri ospiti.

Per iscriversi agli eventi di Urbana, Qualità della Vita e Innovazione Sociale a Milano, occorre compilare un modulo di registrazione, Per saperne di più sull’intero Programma, tutte le informazioni sono sul sito ufficiale.

 

La governance con i numeri: gli interventi del seminario

Presentiamo qui gli interventi del seminario “La governance con i numeri. Legami di assoggettamento e margini di libertà”. Il seminario si è tenuto venerdì 17 febbraio all’Università di Milano-Bicocca, discussant Ota de Leonardis (Università di Milano-Bicocca) e Sabino di Chio (Università di Bari – Aldo Moro), coordinatrice Lavinia Bifulco (Università di Milano-Bicocca).

Il seminario è stato un ideale proseguimento della discussione sulla quantificazione, avviata in “Il Potere dei grandi numeri”, Rassegna Italiana di Sociologia n°3/4 a cura di Ota de Leonardis e Federico Neresini.

Il focus del seminario è stato sui formati e sugli usi dei dati – della statistica, della contabilità e della valutazione – nelle politiche pubbliche, per indagare come questi dati coinvolgano gli attori sociali, quali legami istituiscano e quali seduzioni esercitino.

 

Registrazione audio “La governance con i numeri”

L’intervento di Ota de Leonardis:

L’intervento di Sabino di Chio:

La discussione: